Sebastian Hidalgo

2018: Persone che mi hanno influenzato

2018: Persone che mi hanno influenzato

Il 2018 è andato, ed eccomi nel 2019 con il primo post dell’anno!
Facciamo una pausa dai Writing Tips e dalle recensioni per concentrarci su un aspetto dell’anno appena passato: le persone.

Mentori

Tu sei la media delle cinque persone che frequenti di più” – Jim Rohn

Questa frase è così vera che potrebbe essere uscita dalla Bibbia. Quel che Jim Rohn non poteva sapere, però, è quanto sarebbe cambiato il mondo grazie ad internet.
Credo fermamente nell’importanza di cercare le persone giuste e di lasciar andare quelle sbagliate, e cerco di applicare questo principio anche ai contenuti che consumo: i mentori possono essere tanto persone fisiche quanto i personaggi che ascoltiamo, quelli che plasmano la nostra visione del mondo.

Sono un avido consumatore di podcast. Amo ascoltarli quanto amo leggere, sono un modo pratico di ricevere informazioni e ce ne sono un’infinità.
Il mio 2018 è stato ricco di podcast. E proprio da questo mondo vengono le tre persone che più mi hanno ispirato ed influenzato.

2018: Joe Rogan

Joe Rogan

Joe Rogan è l’artista marziale, stand-up comedian, e commentatore UFC che conduce il podcast The Joe Rogan Experience. Si tratta di un podcast da più di 4 milioni di iscritti su YouTube in cui Joe ospita settimanalmente artisti, imprenditori, attori, cantanti, ecc.
Il 2018 è stato un anno importante per il podcast e gli ospiti sono stati eccezionali; Joe Rogan è stato un conduttore eccezionale, ed è riuscito a ispirarmi non solo con i suoi ospiti interessanti, ma anche e soprattutto con la sua curiosità, il suo essere se stesso senza riserve e la sua capacità di analisi. È un personaggio eclettico e non ha paura di esprimere opinioni controcorrente né di intervistare personaggi controversi.

Mi aspetto anche quest’anno grandi cose da questo podcast che nel 2018 mi ha dato tanto, e che continuerò a seguire ogni volta che posso.

2018: Dominic D'Agostino

Dominic D’Agostino

Dottore di ricerca in neuroscienze e fisiologia, ho scoperto Dominic D’Agostino grazie ad una sua TEDx Talk in cui parlava degli effetti della dieta chetogenica sul cancro.

Come ogni anno, il 2018 ha avuto le sue difficoltà. Tra le peggiori c’è stata di sicuro la morte di una delle mie zie, quella che era un po’ una seconda madre per me e che è stata portata via proprio da un cancro. Se a questo sommate una nonna affetta da Alzheimer ed una da SLA, il risultato può essere uno solo: nel 2018 mi sono interessato di scienza e salute. Grazie dalla TED Talk di Dominic ho cominciato a studiare l’alimentazione umana, e dopo alcuni mesi ho fatto il grande passo, iniziando una dieta chetogenica.
Ero uno zucchero-dipendente di media categoria, ed il cambiamento non è stato facilissimo. Ma la forza di volontà non ha limiti, e la letteratura medica sta evidenziando sempre di più i benefici della chetogenica nella prevenzione del cancro e delle mallatie neurodegenerative: il connubio perfetto.

Sono passati sette mesi da quando ho iniziato.
Sono passato dal prendere anche diversi Moment al giorno a non aver più avuto un mal di testa né un attacco di emicrania. Mi prendevo un raffreddore ogni due settimane, persino d’estate, ed anche quelli sono spariti.

Se c’è una figura che ha segnato profondamente il mio 2018, quella è proprio Dominic D’Agostino.

2018: Gary Vaynerchuk

Gary Vaynerchuk

Il numero uno a farti sentire che sei un cazzaro. E non lo dico in senso negativo, è solo che poche persone al mondo lavorano ai ritmi di quest’uomo, e lui non ha paura di fartelo notare.

Gary Vaynerchuk è uno degli imprenditori più seguiti su YouTube.
Sa essere costantemente se stesso, senza se e senza ma.
Distribuisce gratuitamente i suoi migliori consigli di marketing e business, perché sa che la maggior parte delle persone non ne seguirà nemmeno uno.
Ed ha un podcast eccezionale.

Gary Vee – questo il suo diminutivo – mi ha spinto a cominciare questo blog, ed è da lui che vado per imparare cose nuove e quando sento che sto procrastinando.


Anno Nuovo, Stesso Podcast

Sto scoprendo moltissimi altri personaggi che mi appassionano e ne scoprirò ancora, ma saluto il 2018 sapendo che questi tre li continuerò a seguire. Ed anche se forse nessuno dei tre leggerà questo articolo, mi sembra giusto ringraziarli in qualche modo per il loro impatto sulla mia Weltanschaung.


E sì, so che non sono scrittori, ma il segreto della creatività è proprio questo: la varietà.


Please follow and like us:
error

Lascia un commento

Chiudi il menu
RSS
Follow by Email
Facebook
Instagram
it_ITItalian
en_USEnglish it_ITItalian